Problemi alla Tiroide

La tiroide è un regolatore del corpo e qualche volta può capitare che smetta di funzionare correttamente causando sintomi diversi tra loro a seconda del soggetto e della tipologia della disfunzione. I problemi alla tiroide sono sempre più comuni, tanto da colpire un decimo degli italiani, per questo non è da sottovalutare l’importanza di riconoscere i sintomi, spesso così vaghi da esser confusi e ignorati per anni.

Che cosa è la tiroide?

La tiroide è una ghiandola endocrina, situata nella parte anteriore del collo addetta al controllo di diverse importanti funzioni del nostro organismo. Gli ormoni che produce infatti servono a regolare molteplici attività del corpo come il respiro, il battito cardiaco, la sintesi proteica e la temperatura corporea, in quanto influisce sul flusso sanguigno che circola nel nostro corpo verso i vari organi che lo compongono. Ma la sua funzione principale consiste nel regolare il metabolismo grazie agli ormoni che produce. Ecco perché quando la produzione degli ormoni tiroidei non funziona al meglio, si verificano alterazioni e cambiamenti nel nostro metabolismo che possono manifestarsi con rallentamenti o accelerazioni dello stesso, conosciuti come ipotiroidismo e ipertiroidismo; queste disfunzioni sono tra le più comuni e sono da non sottovalutare poiché possono causare cambiamenti fisici che condizionano lo stile di vita, il corpo e le sue parti come la pelle e i capelli. La cattiva produzione di ormoni tiroidei può inoltre comportare cambiamenti d’umore, quali depressione, stati d’ansia o attacchi di panico.
Altre malattie sono la tiroidite, il gozzo, i noduli alla tiroide e il cancro.

Purtroppo, i sintomi derivanti da una disfunzione alla tiroide sono aspecifici, ossia non immediatamente associabili a questo particolare disturbo; perciò molto spesso, quando questi segnali si manifestano, non sempre vengono prontamente associati a un malfunzionamento della tiroide.

Ipotiroidismo

È lo squilibrio tiroideo più comune, soprattutto tra le donne. Comunemente definito sindrome della tiroide stanca e del metabolismo rallentato, è dovuto a una carenza di iodio nel corpo, che causa un aumento delle dimensioni della ghiandola. Questa malattia si manifesta quando la tiroide non è in grado di produrre sufficienti ormoni tiroidei e la conseguenza di questa disfunzione è un metabolismo più lento, che può diventare causa di diversi problemi di salute. Nei casi più gravi, infatti, può arrivare a compromettere il corretto funzionamento di cuore, fegato e reni. L’ipotiroidismo può anche causare aumenti del livello di colesterolo nel corpo e talvolta al conseguente aumento del rischio di insorgenza di ictus e infarti.
Ecco perché è sempre consigliato ricorrere al medico ed adottare una cura.
Tra i sintomi dell’ipotiroidismo si annoverano:

  • Stanchezza perenne

  • Aumento di peso

  • Problemi ai capelli, tendenti al secco e alla caduta

  • Unghie fragili

  • Pelle secca

Ipertiroidismo

L’ipertiroidismo è una malattia che può esser considerata come opposta all’ipotiroidismo in quanto si manifesta a seguito di un’eccessiva produzione di ormoni tiroidei. L’eccesso di ormoni prodotti incide sul metabolismo che subisce un’accelerazione eccessiva.
Tra i sintomi più comuni ricordiamo:

  • Affaticamento e indebolimento
  • Perdita di peso
  • Pelle ingiallita
  • Depressione
  • Insonnia
  • Accelerazione battito cardiaco

Patologie della tiroide: come contrastarle

In caso di malattia alla tiroide, indipendentemente dal tipo di problema, è consigliato recarsi sempre dal medico al fine di ottenere una diagnosi e una cura precise.
Per contrastare l’ipotiroidismo è necessario stimolare la tiroide per risvegliare la normalità delle sue funzioni. Cambiare le proprie abitudini e adottare uno stile di vita sano è la prima cosa da fare. In questo caso, una corretta alimentazione gioca un ruolo fondamentale: assicurarsi il corretto fabbisogno giornaliero di iodio è necessario. Viene inoltre raccomandata l’assunzione elevata di frutta e verdure cotte, da sempre base di una sana alimentazione, come spinaci, broccoli rape e sconsigliata l’assunzione di alimenti che possano rallentare il metabolismo, primi tra tutti i latticini.
Anche in caso di ipertiroidismo, è consigliato rivolgersi a un nutrizionista per adottare una dieta particolare che limiti il consumo di iodio e la sua presenza nell’organismo al fine di rallentare l’attività della tiroide, anche eventualmente attraverso la somministrazione di farmaci.

Purtroppo, non è possibile stabilire un modo concreto per prevenire gli squilibri alla tiroide. Quando diagnosticati, è essenziale sottoporsi a controlli periodici e regolari da parte del medico per evitare di incorrere in problemi maggiori che possano causare danni gravi all’organismo. Nella maggior parte dei casi i disordini alla tiroide sono un fattore ereditario. Ecco perché è sempre bene informarsi sulla propria storia clinica familiare, specie di fronte al manifestarsi dei suddetti sintomi.

Presso il nostro ambulatorio specialistico potrai effettuare tutti gli esami diagnostici per scoprire se soffri di un problema alla tiroide. Prenota subito una visita specialistica

  ORARI DI APERTURA

Lunedì – Venerdì
07:00 – 13:00
15:00 – 19:00

Sabato
7:00 – 12:00

  ORARI PRELIEVI

Lunedì – Sabato
07:00 – 10:00

ORARI VISITE SPECIALISTICHE
(solo su appuntamento)

Le prenotazioni possono essere effettuate di persona o per telefono oppure compilando l’apposito form tutti i giorni, negli orari di apertura.
Le prestazioni specialistiche vengono di norma erogate entro pochi giorni dalla prenotazione.
In caso di impossibilità a rispettare la prenotazione si prega di comunicare la rinuncia alle segretarie di accettazione in tempo utile.

DOVE SIAMO

Richiedi un Appuntamento

Prenota una Visita Specialistica presso i nostri ambulatori

CONTATTACI
2018-07-08T12:14:07+00:00